La società Fata Verde

La fata verde s.r.l. è una società che è stata costituita il 14.11.2002 e ha iniziato la propria attività il 26.06.2003.

SCOPO SOCIALE

“La promozione culturale ed artistica del territorio in ambito urbano, paesaggistico e mediatico. Tale promozione potrà essere attuata mediante azioni dirette (pubblicazione editoriale con esclusione della stampa di quotidiani, progettazione e realizzazione di parchi, di piste ciclabili, opere di arredo urbano, costruzione di edifici aperti al pubblico) o indirette (per esempio creazione e gestione di attività produttive, commerciali e ricreative in grado con la loro presenza di migliorare la qualità e la fruibilità dell’ambiente urbano o del paesaggio naturale ed agrario). Per il perseguimento dell’oggetto sociale la società potrà tra l’altro effettuare la coltivazione di terreni e la commercializzazione di prodotti agricoli, la gestione di ristoranti, pizzerie, tavole calde e fredde, pensioni e alberghi, residences, bar …”


INIZIATIVE GIA’ ATTUATE

? il recupero architettonico della Corte dei Mugnai alla cascina Offellera di Agrate Brianza (che sorge sulla quattrocentesca roggia Gallerana ed il cui antico mulino figurava già nelle mappe dell’inizio del ‘700 del Catasto Teresiano) con l’inserimento di un bar-ristorante quale “motore economico” per finanziare l’operazione di recupero edilizio dei fabbricati storici in avanzato stato di degrado.
tempistica: inizio lavori: novembre 2002
fine lavori: luglio 2003 con l’apertura del ristorante (40 posti al coperto e 80 all’aperto) e del bar estivo sotto il porticato dei fienili e nella corte (200 posti a sedere)
? la sponsorizzazione del progetto “Pieve in bici”, un’iniziativa dell’associazione Amici della Storia della Brianza per valorizzare il paesaggio rurale e i centri storici del Vimercatese
www. pieveinbici.brianzaest.it
? il sostegno all’attività dell’Associazione per i Parchi del Vimercatese ospitando mostre, incontri e convegni 
www.parchivimercatese.it
? l'adesione al progetto Gusto di Brianza EST partecipando alla Rassegna Gastronomica e ospitando eventi e incontri.
www.gustodibrianzaest.it

INIZIATIVE IN CORSO D’AVVIO

? la sponsorizzazione del libro “I campanili della Pieve di Vimercate” con l’intento sia di evidenziare la qualità architettonica e l’importanza paesaggistica delle torri campanarie storiche, sia di mettere in luce e rivalutare la struttura tipica di questo territorio costituito originariamente da numerosi nuclei urbani ben distinti, nei secoli progressivamente accorpati fino agli odierni 20 comuni con un totale di oltre 170.000 abitanti.
tempistica: stesura testi nel 2009

AMMINISTRATORE UNICO

Giorgio F. Brambilla, nato a Milano nel 1958, si laurea in architettura all’Università di Genova nel 1984. Svolge la libera professione progettando prevalentemente edifici residenziali, piazze e parchi pubblici in Brianza. E’ stato per dieci anni membro del comitato di redazione della rivista Costruire in laterizio. Suoi articoli od opere sono state pubblicate su varie riviste di architettura. Dal 1995 tiene conferenze e lezioni nell’ambito di seminari presso varie facoltà di architettura e ingegneria italiane. Nel 1997-98 ha tenuto il primo corso di aggiornamento per docenti su Educazione ambientale e paesaggio rurale organizzato dall’Associazione Pinamonte. Nel 2000 ha pubblicato “Il manuale del mattone faccia a vista” (Roma, 2000, 427 pp., tiratura 10.000 copie), ed ha sperimentato un intervento di progettazione partecipata con i ragazzi della scuola media di Agrate Brianza, piantando con loro 300 alberi donati dalla S.T. Microelectronics nel Parco Moro, pari ad un pianta per ciascun bambino nato nel comune negli ultimi tre anni. Nel 2001 ha pubblicato il libro “ Paesaggio rurale, cascine e case a corte del Parco del Molgora e della Brianza vimercatese” (Missaglia LC, 2001, 347 pp., tiratura 2.000 copie). Dal 2007 è presidente dell’Associazione Amici della Storia della Brianza.

Tra le opere realizzate come architetto si segnalano:

? Residenza torre dell’orologio (premio “Opera Prima 1990” bandito dall’ANDIL di Roma), 1985-1990;
? Parco Moro di Agrate Brianza (parco pubblico di circa 9 ettari con un bar ristorante e un laghetto) 1995–2000;
? Casa con piscina sul tetto per un pittore-pianista a Oreno, 1997-2000;
? Riqualificazione del centro storico di Bellusco 1999-2002 (in cui tra l’altro sono state rifatte la piazza del municipio nella cui pavimentazione è stata riprodotta con delle piastre in acciaio inox la pianta della “Pieve di Vimercate” nel settecento e la piazza Fumagalli con una fontana che può allagare l’intera piazza trasformandola in laghetto);
? Recupero della Corte dei Mugnai alla cascina Offellera per la creazione del bar-ristorante “La fata verde”, 2002-2003;
? Hotel Devero a Cavenago, 2005-2008.

Scrivi un commento

La Fata Verde

La Fata Verde è un tuffo nel passato rurale della Brianza, un'oasi di pace in un territorio iperindustrializzato, un'occasione per gustare sapori antichi e per rilassarsi fermando il tempo.